Peste Suina Africana

Aiutaci per evitare la sua diffusione in Campania: consulta le regole

Revisione Aree Di Caccia Cinghiale-nuovi Adempimenti

Adempimenti Decreto Dirigenziale n.173 del 28/03/2022

Monitoraggio lepri con radiocollari

Continua senza sosta il lavoro dell’A.T.C. di Caserta riguardo la gestione del territorio e della fauna selvatica.
Un percorso basato su una programmazione obiettiva e razionale delle risorse a disposizione e in linea con le più moderne tecniche di gestione, proiettate sempre più verso un futuro digitale.
A conferma di tale rinnovamento verso una “gestione 2.0” l’A.T.C. di Caserta, nell’ambito delle operazioni di reintroduzione a scopo venatorio della specie lepre europea, dopo aver individuato otto habitat idonei e soggetti in ottimo stato di salute, il 24 e il 26 febbraio ha provveduto a dotare 30 esemplari (15 maschi e 15 femmine) di radiocollari VHF per condurre attività di monitoraggio tramite il metodo del radio-tracking già utilizzato in qualche altra regione dell’Italia peninsulare.
Questo metodo consente di ottenere informazioni sulla posizione degli animali e sul loro stato di attività o inattività e per determinare i movimenti e la mortalità degli animali immessi nell’area.
A partire da marzo 2021 poi sono state svolte 15 sessioni di controllo in ognuno dei siti di rilascio, in cui gli operatori oltre a registrare i dati riguardo l’attività degli individui tracciati ha eseguito controlli con il metodo della triangolazione per verificare le aree di spostamento degli animali.
A distanza di sette mesi si registra untasso di mortalità di circa il 50% in linea con altre realtà italiane, i risultati verranno presentati in un convegno con esperti del settore.
L’A.T.C. di Caserta non è nuovo ad attività del genere ed in generale ad una gestione al passo con i tempi se non addirittura pioneristica del territorio e delle specie selvatiche grazie anche ad una stretta collaborazione con tutti gli stakeholders del settore come può dimostrare anche l’avvio della caccia di selezione agli ungulati per la quale Caserta è stata la prima provincia campana ad istituire tale modalità di prelievo controllato.
Per un corretta esecuzione e per garantire un reale monitoraggio dell’attività posta in essere, il Comitato di gestione dell’ A.T.C. di Caserta invita tutti i cacciatori che dovessero prelevare esemplari dotati di radio collare a notiziare con immediatezza gli Uffici provinciali ai seguenti recapiti:

Tel. 0823554192

Mail: info@atccaserta.com

PEC:atccaserta@cert.dbnet.it.

Consulta l’allegato

ATC CE Corso Coadiutori

Corso Coadiutori promosso da ATC Caserta e Dipartimento di Medicina Veterinaria, Produzioni Animali dell’Università Federico II di Napoli. Scopri di più

Piano di prelievo per la specie “Fagiano” – annata venatoria 2021-2022

Pubblicato il Prot. n. 112/ATC del 18/10/2021 per il piano di prelievo per la specie fagiano (annata venatoria 2021-2022).

Continua a leggere

L’App XCaccia

Cari Cacciatori,
il Comitato di Gestione ha il piacere di portare alla VS attenzione uno strumento particolarmente utile per i cacciatori e per gli Enti preposti, col quale questo ATC ha stretto convenzione da diversi anni.

Corso per l’abilitazione di monitoratore specie Beccaccia

La collaborazione sinergica tra ATC Caserta, tramite il suo Presidente Valerio Toscano e l’associazione CSB (Centro Studi Beccaccia) Campania con il presidente Salvatore Di Sarno, ha condotto alla realizzazione di un nuovo corso per la formazione di monitoratori specie beccaccia.

Scheda Segnalazione Abbattimento Fagiano

Scheda Segnalazione abbattimento Fagiano (annata venatoria 2018-2019).

Continua a leggere

Piano di prelievo per la specie “Fagiano” – annata venatoria 2018-2019

Pubblicato il Prot. n. 71/ATC in data 25/09/2018 per il piano di prelievo per la specie fagiano (annata venatoria 2018-2019).

Continua a leggere

Un rarissimo Ibis Eremita in Campania

Un rarissimo esemplare di Ibis eremita è ospite nel Golf Club di Volturno presso l’Hotel Golden Tulip di Castelvolturno.

Continua a leggere